L’adolescenza è un periodo complesso, che spesso mette in difficoltà ragazzi e genitori.
L’adolescente si chiede “chi sono?” e si confronta con la necessità di fronteggiare nuove situazioni reali, come le trasformazioni del corpo, la comparsa del desiderio sessuale, la capacità e possibilità generativa, l’autonomia, la possibilità di muoversi in spazi sempre più vasti, l’ampliamento delle possibilità cognitive con una migliore comprensione del mondo e la possibilità di attuazione di progetti e idee. Situazioni e desideri inediti, che portano ad una nuova considerazione di sé, a nuove modalità di legame con i genitori e con il mondo circostante. Non sempre facili da comprendere e gestire.
L’intervento dello psicologo può chiarire e facilitare la comprensione e la risoluzione dei blocchi evolutivi che spesso frenano lo sviluppo e la crescita armonica della persona, e aiutare a riconoscere le capacità per desiderare, decidere, vivere, essere, per avere progetti e aspirazioni proprie.

  • Consultazione (4-5 colloqui)
  • Colloqui individuali
  • Colloqui con la famiglia